Un Folletto per Amico


Racconti fantastici ambientati al mulino scritto da Silvio Biondi e Amedeo Blasi

 

 

Pane e storie

Il mulino è un posto speciale dove il grano cresciuto dal sole e con l’aiuto del lavoro degli uomini, s’incontra con l’acqua e con il lavoro delle macchine. L’acqua e le macchine trasformano il grano in farina e questa poi, con altro lavoro ed ingredienti diventa pane. Nel pane che mangiamo tutti giorni quindi c’è il sole e il lavoro di uomini e donne. Il mulino era un luogo speciale perché oltre al grano vi entravano racconti, storie e immaginazione. Il grano passava fra le macine per diventare farina e i racconti passano nei pensieri e nelle parole delle persone per diventare fiabe, sogni, leggende. Le fiabe e le storie che ci hanno lasciato tutti quelli che sono passati per i mulini, raccontano di uomini e donne bruttissimi diventati bellissimi dopo essere passati fra le macine come fa il grano (cosa impossibile, ma con la fantasia si può immaginare tutto), di ragazze in cerca di marito che vi trovavano il loro principe azzurro, di folletti simpatici e dispettosi . Ecco, dal mulino uscivano farina e storie, per diventare pane e fantasia. Anche nel Mulino Sapignoli di Poggio Berni si macinavano grano e storie. La farina andava dal fornaio per diventare pane, le storie andavano e vanno da chi le sa narrare, per diventare un racconto e a volte un libro… come questo.


Prof. Mario Turci

Direttore dell’Istituto dei Musei Comunali di Santarcangelo di Romagna


Orario Apertura


Link utili

A Poggio Torriana esistono ancora le lucciole. Quella che molti considerano

un’antica emozione campestre, riservata ad un passato rurale ormai perduto, è

invece un’esperienza che ancora si può provare nelle campagne della

Valmarecchia, soprattutto nelle notti di inizio estate quando gli affascinanti

insetti sono nel periodo di maggior luminescenza, in corrispondenza della loro

stagione nuziale.

La partecipazione è libera:

l’appuntamento è per venerdì 25 maggio 2018

alle ore 20,30

presso il Parco antistante il Museo Mulino Sapignoli, punto di

ritrovo per tutti i partecipanti della tradizionale

“LUCCIOLATA”

,

passeggiata

tra le stelle cadute sulla terra

, giunta quest’anno alla terza edizione. Da lì,

con la guida dei volontari esperti dell’Associazione “Gli amici del Mulino

Sapignoli”, si partirà per una visita notturna alle aree naturalistiche e agricole

del parco e limitrofe, che rappresentano l’ambiente naturale dei piccoli

coleotteri.

La passeggiata gratuita per tutti vi porterà a riscoprire i suoni notturni della

natura, i profumi e l’emozione di vedere di nuovo le mille piccole care lucine

che credevamo scomparse.

Durante il percorso, nella suggestiva cornice del Parco e dei Laghetti Fips, i

partecipanti potranno assistere a diverse performance del gruppo l'

“8narrante”, contastorie per passione, oltre a diverse altre piacevoli sorprese.

Si consiglia di indossare scarpe comode e vestiario adeguato alle

escursioni campestri e torcia elettrica.

Per maggiori informazioni:

pagina fb @amicimulinosapignoli

sito: www.gliamicidelmulinosapignoli.it

contatti:

339.4228831 - 333.4914497 - 338.9692218

 

 

I nostri Partner