...luogo di pietra e folletti

Nei secoli passati il mulino non era solo un luogo dove si macinava il grano, ma anche un luogo d'incontro e di socializzazione: un luogo attorno al quale ruotava la vita di tutta la comunità con le sue tradizioni, le credenze e i suoi rituali. In tutta la tradizione molitoria europea, ed anche in quella romagnola e Poggio Torrianese, si tramanda che spesso di notte, quando il mulino era a riposo, le macine si mettevano in movimento da sole e si credeva fossero azionate dai folletti che macinavano il grano per sé e per le fate. Inoltre, un po' ovunque, il mugnaio era considerato persona poco raccomandabile e di cui non ci si doveva fidare; a questo proposito la tradizione popolare ha tramandato molti canti, ballate e storielle che raccomandano alle donne di non andare dal mugnaio.

E mi muloin - Video di Casadei Marco, testo e montaggio Fabio Mazzotti

Orario Apertura


Link utili

A Poggio Torriana esistono ancora le lucciole. Quella che molti considerano

un’antica emozione campestre, riservata ad un passato rurale ormai perduto, è

invece un’esperienza che ancora si può provare nelle campagne della

Valmarecchia, soprattutto nelle notti di inizio estate quando gli affascinanti

insetti sono nel periodo di maggior luminescenza, in corrispondenza della loro

stagione nuziale.

La partecipazione è libera:

l’appuntamento è per venerdì 25 maggio 2018

alle ore 20,30

presso il Parco antistante il Museo Mulino Sapignoli, punto di

ritrovo per tutti i partecipanti della tradizionale

“LUCCIOLATA”

,

passeggiata

tra le stelle cadute sulla terra

, giunta quest’anno alla terza edizione. Da lì,

con la guida dei volontari esperti dell’Associazione “Gli amici del Mulino

Sapignoli”, si partirà per una visita notturna alle aree naturalistiche e agricole

del parco e limitrofe, che rappresentano l’ambiente naturale dei piccoli

coleotteri.

La passeggiata gratuita per tutti vi porterà a riscoprire i suoni notturni della

natura, i profumi e l’emozione di vedere di nuovo le mille piccole care lucine

che credevamo scomparse.

Durante il percorso, nella suggestiva cornice del Parco e dei Laghetti Fips, i

partecipanti potranno assistere a diverse performance del gruppo l'

“8narrante”, contastorie per passione, oltre a diverse altre piacevoli sorprese.

Si consiglia di indossare scarpe comode e vestiario adeguato alle

escursioni campestri e torcia elettrica.

Per maggiori informazioni:

pagina fb @amicimulinosapignoli

sito: www.gliamicidelmulinosapignoli.it

contatti:

339.4228831 - 333.4914497 - 338.9692218

 

 

I nostri Partner